Il restauro della Vittoria alata dello scultore Edgardo Simone

Il 4 novembre 2019, giorno dedicato all’Unità Nazionale e alle Forze Armate, rimarrà per San Bartolomeo in Bosco un evento particolare da ricordare… dopo oltre un anno dalla delibera di Giunta del Comune di Ferrara che approvava la raccolta fondi con “Art bonus” per il restauro della Vittoria alata, memoriale dei Caduti in guerra, è stata inaugurata alla presenza l’assessore al Bilancio e Contabilità Matteo Fornasini -accompagnato da Natascia Frasson, dirigente Beni Monumentali- la ‘nuova Nike’ di San Bartolomeo in Bosco.

a taglio nastro

La cerimonia, iniziata alle ore 11,00 in una giornata splendida di sole, è proseguita con la S. Messa e la benedizione di una corona di alloro, per concludersi alle ore 12,00 presso l’alto monolite che sostiene “in volo” a otto metri di altezza la scultura con la Vittoria dalle ali dispiegate che regge un serto di foglie di alloro e quercia.

Con una cerimonia toccante è stata deposta una corona di alloro ai piedi della scultura, opera in bronzo di Edgardo Simone, qui collocata nel 1927. La banda di Cona ha suonato nuovamente, dopo 92 anni dall’inaugurazione, l’Inno del Piave mentre l’assessore Matteo Fornasini tagliava il nastro tricolore per ridare alla cittadinanza la scultura, libera finalmente dai ponteggi. Al grido di “onore ai Caduti” sono stati ricordati i tanti giovani soldati morti in guerra, mentre sulle note del “silenzio fuori ordinanza” si creava un momento di grande commozione tra la folla.

Il restauro si era reso necessario per ripristinare alcune parti della scultura, danneggiata dallo scoppio di una bomba nel 1944 e dalle ingiurie del tempo. Un virtuoso esempio di collaborazione tra cittadini e istituzioni comunali che ha restituito decoro al luogo con un importante lavoro di sistemazione e bonifica del giardino che accoglie la statua. Il restauro è stato seguito per il Comune dall’arch. Natascia Frasson (restauratore Massimo Travagli di Ferrara) che ha consentito di restituire alla sua originale bellezza questa Vittoria alata che, dispiegate le sue grandi ali, sembra essere un “genius loci” risorto per proteggere San Bartolomeo in Bosco.

La storia della nostra Nike e la fasi del restauro sono documentate nella brochure “La Nike restaurata“.

Il basamento in marmo verrà restaurato nel 2020/2021 grazie ad un finanziamento statale ottenuto dal comune con un bando nazionale.


Alcune foto prima e durante l’intervento, per ammirare la splendida scultura da una diversa prospettiva!

Nasceva nel giugno del 2016 un comitato spontaneo di cittadini di San Bartolomeo in Bosco per il restauro della Vittoria alata di E. Simone. Dopo vari incontri e sollecitazioni finalmente il 25 ottobre 2017 l’assessore ai Lavori Pubblici di Ferrara Aldo Modonesi illustrava ai cittadini i possibili interventi di restauro della statua in bronzo e del basamento di marmo.

nike storica

Si è arrivati così alla delibera del Comune di Ferrara (delibera di Giunta del 7 agosto 2018) che insieme agli abitanti di S. Bartolomeo in Bosco, hanno operato per il restauro del monumento ai Caduti della prima e seconda Guerra Mondiale, con la sottoscrizione dell’ART BONUS.

Questo slideshow richiede JavaScript.